Verifiche - alla data del 7 settembre scorso sono pervenute 131 verifiche speditive da parte dei tecnici comunali sugli edifici scolastici e 68 segnalazioni di danni su edifici scolastici con conseguente richiesta di sopralluogo da parte del COR alla DICOMAC.


Sopralluoghi - alla data del 6 settembre scorso, sono stati effettuati dal consorzio RELUIS n. 28 sopralluoghi su edifici per un totale di 53 corpi di fabbrica visionati di cui si è verificata l'agibilità, per conto della Dicomac, dai quali sono risultati i seguenti esiti: 39 corpi di fabbrica esiti A (agibile); 9 corpi di fabbrica esiti B (agibile con provvedimenti, quindi temporaneamente inagibile fino all'esecuzione degli interventi prescritti); 1 corpi di fabbrica esito C (parzialmente inagibile); 4 corpi di fabbrica esiti E (inagibile) corrispondenti a quattro edifici della provincia di Teramo (ITC Pascal ed ex Istituto COMI).
Sono stati programmati ulteriori 40 altri sopralluoghi dei quali ancora non si conosce l'esito; 109 verifiche speditive da parte dei tecnici comunali sugli edifici di culto (di cui 40 chiese per la provincia dell'Aquila; 4 chiese per la provincia di Pescara; 65 chiese per la provincia di Teramo).
Segnalazioni - Le relative segnalazioni sono state trasmesse alla Dicomac che attraverso il MIBAC provvederà a fare i rilievi di agibilità con propri tecnici specializzati, ivi compresa l'immediata messa in sicurezza. Sono state acquisite 51 segnalazioni di danni per edifici strategici (sedi comunali, uffici pubblici) di cui: 15 edifici per la provincia dell’Aquila; 6 edifici per la provincia di Pescara; 28 edifici per la provincia di Teramo; 2 edifici per la provincia di Chieti. 1.551 le segnalazioni di danni su edifici privati.
Nella giornata di 6 settembre scorso è stato attivato il software di gestione delle segnalazione dei danni presso il comune di Montereale, per il quale sono partiti i primi sopralluoghi.
Assistenza alla popolazione - le persone evacuate sono 103 di cui 69 a Montorio al Vomano, 31 a Valle Castellana e 3 a Cermignano più tre nuclei a Rocca Santa Maria. A seguito di richieste dei Comuni sono state montate 4 tensostrutture a Montereale e 73 tende per il ricovero della popolazione di cui: 33 per la provincia dell'Aquila (Montereale, Campotosto, Capitignano); 40 per la provincia di Teramo (Rocca Santa Maria, Valle Castellana) che potranno ospitare fino a 675 persone così ripartite: 533 per la provincia dell'Aquila (Montereale, Campotosto, Capitignano); 142 per la provincia di Teramo (Rocca Santa Maria, Valle Castellana). Aggiornamenti (13.9.2016) - Nella giornata di domenica 11 settembre, il Coordinamento dell'emergenza sisma centro Italia - organismo formato dalla DICOMAC di Rieti, COC di Accumoli, COR dell'Aquila - ha deciso la chiusura dei due campi di accoglienza della popolazione allestiti dalla Regione Abruzzo nel Comune di Accumoli, nelle frazioni di Grisciano e di Fonte del Campo. La decisione è stata presa a seguito del trasferimento degli ospiti nelle strutture ricettive di San Benedetto del Tronto.