Stampa

Chi è  il volontario – La Carta dei Valori del Volontariato definisce il Volontario come una persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per la comunità di appartenenza o per l’umanità intera.

Egli opera in modo libero e gratuito promuovendo risposte creative ed efficaci ai bisogni dei destinatari della propria azione o contribuendo alla realizzazione dei beni comuni. I volontari esplicano la loro azione in forma individuale, in aggregazioni informali, in organizzazioni strutturate; pur attingendo, quanto a motivazioni, a radici culturali e/o religiose diverse, essi hanno in comune la passione per la causa degli esseri umani e per la costruzione di un mondo migliore.

Come si diventa volontario di PC- E’ necessario essere iscritto ad una delle Organizzazioni di Volontariato di Protezione Civile, inserita nell'Elenco Territoriale delle Organizzazioni di volontariato di protezione civile, che svolga attività nelle quattro fasi che contraddistinguono il sistema della Protezione Civile: previsione, prevenzione, soccorso e superamento dell'emergenza. Ci si può rivolgere al Comune di appartenenza e chiedere informazioni sulle associazioni esistenti. Gli elenchi sono consultabili rispettivamente presso il Comune, la Regione, presso l'ufficio volontariato del dipartimento della Protezione Civile, oppure sul sito web della Protezione Civile Nazionale.

Tutela del volontario - In tutti i periodi di impiego autorizzato, sono garantiti ai volontari: il mantenimento del posto di lavoro, il trattamento economico e previdenziale, la copertura assicurativa e il rimborso delle spese sostenute nell'attività di protezione civile. I riferimenti normativi che individuano il Percorso di sicurezza per i volontari di protezione civile sono: il D.lgs n. 81/2008, il Decreto interministeriale di attuazione del 13 aprile 2011, ed il decreto del Capo del Dipartimento della Protezione Civile, di prossima emanazione, con il quale, d’intesa con le Regioni e le Province Autonome e in condivisione con la Consulta Nazionale delle Organizzazioni di Volontariato di Protezione Civile, con la Croce Rossa Italiana ed il Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico, vengono definite le modalità di effettuazione della sorveglianza sanitaria per i volontari di protezione civile e vengono condivisi indirizzi comuni in materia di scenari di rischio di protezione civile e dei compiti in essi svolti dai volontari, di controllo sanitario di base, di formazione.

Per maggiori informazioni - 

Dipartimento Governo del terriotiro e Politche ambientali
DPC030 - Servizio Emergenze di Protezione civile
Ufficio  Volontariato e formazione 
Via Salaria Antica Est, 67100 L’Aquila
tel. 0862.364604 Rif: Fiorella De Nicola 

sito della Protezione Civile Regionale

 

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner, cliccando area sottostante o accedendo ad altra pagina del sito, acconsenti ad uso dei cookie. Se non acconsenti alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili.