Di cosa si tratta - "La qualifica di accompagnatore turistico è attribuita a chi, per attività professionale, accompagna persone singole o gruppi di persone nei viaggi sul territorio nazionale o all'estero, cura l'attuazione del programma predisposto dagli enti organizzatori, dà completa assistenza ai singoli o ai gruppi accompagnati, fornisce elementi significativi o notizie di interesse turistico sulle zone di transito al di fuori dell'ambito di competenza delle guide turistiche.

Tale qualifica corrisponde, ad ogni effetto, a quella di "corriere" prevista dall'art. 19, primo comma, punto 2), del decreto del Presidente della Repubblica 24 luglio 1977, n. 616." (art. 35, L.R. n. 39/1987)
L'attività si definisce come libera professione. I dipendenti delle agenzie di viaggio nell'esercizio della propria attività lavorativa non si configurano quali accompagnatori turistici. E non lo è neanche chi svolge, non professionalmente, l'attività di accompagnatore turistico esclusivamente a favore di enti senza fine di lucro che perseguono finalità ricreative, culturali, religiose o sociali a favore dei propri associati.

Chi può fare domanda - L'esercizio della professione di accompagnatore turistico nella Regione Abruzzo è regolamentato dalla L.R. n. 39 del 14/7/1987 come modificata dalla L.R. n.9 del 5/5/2015.
Per "esercitare stabilmente la professione di accompagnatore turistico" in Abruzzo la legge su indicata (art. 35-bis, L.R. n. 39/1987) prevede che l'interessato presenti la Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA), solo se ha almeno uno dei requisiti di seguito riportati:

  1. superamento dell'esame di abilitazione nella Regione Abruzzo;
  2. possesso dell'attestato di qualifica post-diploma di accompagnatore turistico riconosciuto ai sensi delle leggi regionali vigenti (in genere a seguito della frequenza di un corso di qualifica specifico, riconosciuto dalla Regione, e del superamento del relativo esame finale);
  3. abilitazione conseguita presso altra regione o provincia autonoma, o iscrizione all'albo della regione di provenienza se previsto;

Inoltre, è requisito indispensabile l'assenza di condanne penali che comportino l'interdizione, anche temporanea, dall'esercizio della professione, salvo che non sia intervenuta la riabilitazione.

Come fare - La SCIA va presentata, utilizzando l'apposita modulistica, attraverso procedure telematiche, al SUAP - Sportello Unico per le Attività Produttive - del Comune territorialmente competente (generalmente di residenza del segnalante), insieme alla richiesta d'iscrizione al vigente elenco degli Accompagnatori turistici della Regione Abruzzo. La pratica viene avviata e conclusa dal SUAP interessato.
Nell'ambito del procedimento relativo alla SCIA, la Regione Abruzzo effettua verifiche e controlli e infine emette un provvedimento d'iscrizione all'elenco regionale degli Accompagnatori turistici se il segnalante è in possesso dei requisiti previsti dalla legge. In caso contrario, emette parere negativo all'iscrizione suddetta. In quest'ultimo caso, il segnalante non potrà esercitare la professione indicata nella SCIA.
La compilazione della SCIA comporta l'assunzione della responsabilità penale delle attestazioni e delle dichiarazioni in essa rese circa il possesso dei requisiti e/o presupposti di legge relativi all'esercizio dell'attività (art. 19 c.6, L. n. 241/1990 e art. 76, DPR n. 445/2000), nonché la perdita dei benefici eventualmente ottenuti a seguito delle dichiarazioni mendaci.

Elenco degli Accompagnatori turistici della Regione Abruzzo
L'elenco regionale degli Accompagnatori turistici è stato istituito con L.R. n. 9/2015 art. 7 (che ha modificato l'art. 44 della L.R. n. 39/1987), entrato in vigore il 28/05/2015, pubblicato sul BURAT Speciale n. 63 del 10/07/2015 e consultabile sul sito internet istituzionale della Regione.

L'iscrizione nell'elenco su indicato ha validità quinquennale. Gli accompagnatori turistici che intendono continuare a esercitare la professione in Abruzzo devono rinnovare la richiesta di iscrizione nel relativo elenco entro trenta giorni antecedenti alla data di scadenza del quinquennio.

Per gli iscritti nell'elenco regionale del 28/05/2015, o comunque iscritti prima di tale data, la scadenza del 1° quinquennio è 28/05/2020.

Decorso il quinquennio, il Servizio competente della Regione Abruzzo cancella dall'elenco i nominativi di coloro che non rinnovano la richiesta di iscrizione.
Ciascun iscritto, se interessato, può richiedere la cancellazione dal relativo elenco ufficiale.
In qualsiasi momento, l'iscritto può richiedere l'aggiornamento dei propri dati anagrafici e di recapito nel relativo elenco (Link alla pagina web con modulistica e riferimenti).

Contatti - La referente regionale per le professioni turistiche è la dott.ssa Cristina Parente (Link ai contatti http://www.regione.abruzzo.it/content/cristina-parente)