Di cosa si tratta - La Commissione Europea finanzierà progetti che si occupino di creare e alimentare piattaforme collettive di collaborazione dal basso, che riescano a sfruttare l'iperconnettività digitale attraverso l'utilizzo degli open data e software ed hardware con codice sorgente aperto, che sfruttino modelli di idee condivise e reperimento di risorse attraverso crowdfunding. I proponenti dovranno proporre progetti che integrino le diverse piattaforme e affrontino le numerose sfide in materia di sostenibilità. Sarà data preferenza alle proposte che promuovono il dialogo con la società civile in generale, ad esempio attraverso ONG, comunità locali, imprese sociali, organizzazioni senza scopo di lucro, studenti ed esperti o appassionati di informatica. La Commissione ritiene che il budget tipo per ogni progetto dovrebbe essere tra  1 e 2 milioni di euro, anche se non sono escluse la presentazione e la selezione di proposte per importi differenti.

Contenuto delle proposte - I progetti dovranno proporre:
- Nuovi modelli di innovazione partecipativa per l’economia e la società, quali l’economia circolare, l’economia collaborativa, servizi pubblici collaborativi;
- Soluzioni per stili di vita sostenibili, come il consumo collaborativo e la produzione intelligente, i sistemi di riutilizzo e approcci a basse emissioni di carbonio;
- Etica dell’innovazione digitale, quali l’imprenditorialità sociale, la democrazia diretta, il rispetto della vita privata e la salvaguardia dei diritti digitali.

Le proposte dovrebbero far leva su nuove idee di base e sulla partecipazione della società civile nel campo dell’innovazione sociale digitale di ampio respiro.
Esse, inoltre, dovrebbero:
- Includere nei consorzi una comunità di cittadini motivata pre-esistente, al fine di stimolare lo sviluppo della piattaforma;
- Informare le piattaforme ad un’adeguata combinazione di tecnologie di rete esistenti o emergenti (ad esempio: reti sociali distribuite, wiki, sensori, blockchains);
- Dare dimostrazione di collaborazione multidisciplinare duratura, includendo nei consorzi almeno 2 soggetti il cui interesse principale vada al di là del settore delle TIC.

Candidati ammissibili - Possono partecipare alla call tutti i soggetti giuridici stabiliti negli Stati Membri UE, nei paesi e territori d'oltremare (PTOM) legati agli Stati membri e nei paesi associati.

Come presentare le domande - E' possibile presentare le domande tramite l'apposito form online.

Contributo - 9.000.000 di euro complessivi.

Scadenza - 25 aprile 2017

 

 

Allegati

Informazioni sul programma