Di cosa si tratta - La Regione Abruzzo attraverso il bando "VocAzione d'impresa" vuole sostenere l’avvio di nuove attività da parte di soggetti disoccupati, dopo una prima fase di orientamento, di potenziamento delle attitudini e di formazione. Secondo criteri di premialità saranno finanziati, fino ad esaurimento delle risorse disponibili, i migliori progetti d’impresa, a sostegno dei quali saranno forniti servizi di assistenza e tutoraggio per il primo anno di attività.

 

Fasi dell'intervento -  Il bando "VocAzione d'impresa", approvato con determinazione n.81/DPG007 del 7.5.2018, rientra nell'azione 8.6.2 (Percorsi di sostegno alla creazione d'impresa e al lavoro autonomo) del POR FSE 2014-2020 e finanzia in 3 fasi l'idea imprenditoriale:

Fase A - servizi che precedono la creazione di impresa, comprendenti:
1) Servizi per il sostegno all’autoimprenditorialità;
2) Assistenza personalizzata per lo sviluppo dell’idea imprenditoriale (definizione di dettaglio dell'idea imprenditoriale, acquisizione conoscenze/competenze, studi di fattibilità e ricerche di mercato, azioni di marketing territoriale e piani di comunicazione, etc...);
3) Assistenza personalizzata per la stesura del business plan, con affiancamento specifico in relazione alla tipologia di attività da avviare.

Fase B – candidatura, valutazione e concessione di aiuti in regime “de minimis” per la creazione d’impresa, finalizzati all’acquisizione di beni di investimento e alla copertura delle spese gestionali per il primo anno di attività.

Fase C - servizi post creazione di impresa, rivolti alle nuove imprese ammesse a finanziamento, consistenti in:
1) Consulenza legale, strategica, organizzativa, del lavoro e di marketing per la gestione della nuova impresa nel primo anno di attività (tutoraggio), finalizzati a sostenere l’avvio e ad evitare le difficoltà di sopravvivenza che la stessa potrebbe incontrare nella fase iniziale.

 A chi è rivolto - L’Intervento è rivolto a persone con le seguenti caratteristiche:

a) aver compiuto il 30° anno di età;
b) avere residenza in uno dei Comuni della Regione Abruzzo;
c) essere in stato di disoccupazione;
d) non essere destinatari di sentenze di condanna passate in giudicato o di decreti penali di condanna divenuti irrevocabili
e) non avere a proprio carico procedimenti per reati gravi in danno dello Stato o della Comunità europea
f) se cittadino non comunitario, essere in possesso di regolare permesso di soggiorno che consente attività lavorativa.

Il numero massimo di destinatari che possono accedere all’Intervento di cui al presente Avviso è pari a 1.000 (mille) così suddivisi:
a) 700 disoccupati che avvieranno nuova impresa/lavoro autonomo in uno dei comuni delle aree interne e di crisi (di cui alla Tabella A);
b) 300 disoccupati che avvieranno nuova impresa/lavoro autonomo in uno dei comuni non compresi nelle aree interne e di crisi.

 Modalità di partecipazione - La presentazione della domanda di adesione è distinta per fasi:

1) Fase A: deve essere redatta secondo la schema predisposto (ALLEGATO 1.A) ed inviata a mezzo pec all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. di Abruzzo Sviluppo, a partire dalle ore 12.00 del 25 maggio 2018:
2) Fase B: deve essere inviata esclusivamente attraverso l’utilizzo della piattaforma telematica presente all’indirizzo internet: https://app.regione.abruzzo.it/avvisipubblici/ seguendo scrupolosamente le indicazioni ivi riportate a partire dalle ore 12.00 del 09.10.2018. 

Scadenza - Le domande di partecipazione (Fase A) dovranno essere inviate entro le ore 12:00 del giorno 5 giugno 2018. Successivamente (Fase B)sarà resa disponibile la piattaforma di caricamento dalle ore 12.00 del 09.10.2018 e sino alle ore 12.00 del 07.11.2018

 Informazioni - La struttura organizzativa cui è attribuita la Fase A è Abruzzo Sviluppo S.p.A., società in house della Regione Abruzzo, con sede in Pescara, C.so Vittorio Emanuele II n. 49. Il RUP è la dott.ssa Elena TIBERIO, responsabile dell’Area Ricerca e Innovazione Trasferimento Tecnologico, Ingegneria finanziaria. Eventuali richieste di chiarimento possono essere avanzate al seguente indirizzo email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.;

Per quanto attiene alla Fase B la struttura organizzativa di riferimento dalla presentazione dell’istanza fino al provvedimento di concessione, è il Servizio Lavoro del Dipartimento Sviluppo Economico, Politiche del Lavoro, Istruzione, Ricerca e Università della Regione Abruzzo. Il RUP è la dott.ssa Maria SAMBENEDETTO, responsabile dell’Ufficio Programmazione Politiche del Lavoro con sede in Via Passolanciano n.75, Pescara.

Eventuali richieste di chiarimento possono essere avanzate, a far data dal giorno successivo all'attivazione della piattaforma https://app.regione.abruzzo.it/avvisipubblici/ esclusivamente attraverso il servizio di messaggistica, le risposte saranno pubblicate in modalità FAQ nella stessa pagina.

Dall’atto di concessione fino a chiusura delle attività, la struttura di riferimento sarà Abruzzo Sviluppo .

 Documentazione:

Bando "Vocazione d'impresa

Determinazione n.81/DPG007 del 7.5.2018

Tabella A – Elenco dei Comuni appartenenti alle Aree interne, Aree di crisi complessa e non complessa e Aree per gli aiuti a finalità regionale

Fase A
ALLEGATO 1.A – Domanda di adesione

Fase B
ALLEGATO 1.B – Domanda di ammissione al finanziamento in regola con l’imposta di bollo
ALLEGATO 2.B – Formulario
ALLEGATO 3.B – Dichiarazione sostitutiva di certificazione requisiti soggettivi dei soci
ALLEGATO 4.B – Schema preventivo
ALLEGATO 5.B – Dichiarazione di accettazione del contributo
ALLEGATO 6.B – Richiesta anticipazione
ALLEGATO 7.B– Dichiarazione sostitutiva di certificazione iscrizione CCIAA, ordine, collegio, albo professionale e possesso partita IVA
ALLEGATO 8.B – Schema di garanzia fideiussoria
ALLEGATO 9.B – Dichiarazione de minimis
ALLEGATO 10.B – Richiesta saldo
ALLEGATO 11.B – Dichiarazione di quietanza liberatoria