Di cosa si tratta - La Regione Abruzzo, con la Legge Regionale 29 gennaio 2019, n. 1, pubblicata sul BURA del 5 febbraio 2019, n. 19, Serie Speciale ed entrata in vigore il 1° gennaio 2019, ha introdotto disposizioni agevolative in materia di tassa automobilistica regionale per talune tipologie di autoveicoli a basso impatto ambientale, prevedendo, all’art. 15, comma 17, che “a decorrere dalla data di entrata in vigore della presente legge, i proprietari di nuovi autoveicoli con alimentazione ibrida benzina - elettrica inclusiva di alimentazione termica, o benzina- idrogeno immatricolati per la prima volta negli anni 2019 e 2020 sono esonerati dal pagamento della tassa automobilistica regionale per il primo periodo fisso e per le due annualità successive”.

Possono beneficiare dell’esenzione temporanea, pertanto, esclusivamente i proprietari di autoveicoli nuovi, immatricolati dal 1° gennaio 2019 al 31 dicembre 2020, che siano residenti nella Regione Abruzzo. Sono esclusi dal beneficio i veicoli provenienti da altra Regione o Provincia Autonoma.

Come chiedere il rimborso - Coloro che avessero, comunque, pagato la tassa automobilistica, possono farne richiesta di rimborso utilizzando il modulo Richiesta di rimborso – Pagamento non dovuto ( scaricabile da  http://www.regione.abruzzo.it/content/tassa-automobilistica-quando-chiedere-il-rimborso), debitamente compilato e sottoscritto ed allegando copia di un documento di riconoscimento.

Struttura competente - Per informazioni circa gli aspetti applicativi del tributo l’Ufficio Tasse Automobilistiche della Regione Abruzzo (DPB006), sito in via Leonardo Da Vinci, 6, L'Aquila, è aperto al pubblico esclusivamente il martedì ed il giovedì dalle ore 9.00 alle ore 11.00 e dalle ore 16.00 alle 17.30. Nel medesimo orario è possibile contattare telefonicamente l'Ufficio ai numeri 0862.363765/66/67/68. Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

L.R. n. 1 del 29.1.2019 (pubblicata sul BURAT Speciale n. 19 del 05.02.2019)

F.A.Q. (15.4.2019)