Di cosa si tratta -  Il Servizio Entrate della Regione Abruzzo comunica quanto segue:

Si ricorda ai gentili contribuenti, che abbiano ricevuto un atto di accertamento in relazione alla tassa automobilistica per l’anno 2017, che è possibile presentare istanza di riesame dell’atto alla Regione Abruzzo - Servizio Entrate, Via Leonardo da Vinci n. 6, 67100 L’Aquila oppure per via telematica all’indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ovvero all’e-mail PEC Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. (email PEC da inviare esclusivamente da un indirizzo di posta elettronica certificato del mittente/contribuente).

L’amministrazione regionale potrà annullare l’atto in via di autotutela qualora ne ravvisi i presupposti. Si ricorda che la predetta richiesta non interrompe né sospende i termini di proposizione dell’eventuale ricorso, né i termini di versamento.

Si precisa che non dovranno essere inviate memorie:

  • Né agli indirizzi della società Selecta, che opera quale soggetto consolidatore;
  • Né agli indirizzi della società Poste Italiane, che opera quale soggetto notificatore.

Ogni istanza che sarà inviata a indirizzi di posta elettronica diversi da quelli suindicati non potrà essere acquisita né istruita e non produrrà alcun riscontro da parte dell'Amministrazione.

INFORMAZIONI

Al fine di consentire agli uffici regionali il riscontro delle migliaia di istanze in autotutela presentate dai cittadini, si comunica che l'Ufficio Gestione Ordinaria Tassa Automobilistica potrà essere contattato, fino a nuova comunicazione, con le modalità di seguito indicate.

 Telefonicamente ai sguenti numeri:

0862 363765 - 0862 363766               

martedì dalle h. 15:00 alle h. 18:00

mercoledì dalle ore 9:00 alle ore 13:00,

giovedì dalle ore 15:00 alle ore 18:00

 Qualora necessario, è possibile fissare un appuntamento con i collaboratori dell’ufficio telefonando o scrivendo ai recapiti sopra riportati.

 PRECISAZIONI:

A seguito delle numerose istanze di annullamento pervenute a questa amministrazione regionale in relazione agli atti di accertamento della tassa automobilistica dovuta per l’anno 2017, eccependo l’intervenuta prescrizione del diritto alla riscossione del tributo, si precisa quanto segue.

L’art 67 del D.L. 18/2020, convertito nella L. 24.04.2020 n. 27, a seguito del verificarsi di eventi eccezionali, precisamente della pandemia causa COVID-19, ha disposto la sospensione dall'8 marzo al 31 maggio 2020 dei termini relativi alle attività di liquidazione, controllo, di accertamento, di riscossione e di contenzioso, da parte degli uffici degli enti impositori.

In breve, l’ordinario termine prescrizionale di tre anni è stato prorogato a seguito dell’emergenza COVID-19 di n. 85 giorni, con spostamento, quindi, al 26 marzo 2021 del termine da osservare per la notifica della pretesa tributaria da parte dell’amministrazione regionale.

Per quanto sopra, la pretesa tributaria contenuta negli atti di accertamento della tassa automobilistica dovuta per l’anno 2017, ancorché notificati successivamente alla data del 31 dicembre 2020 e fino al 26 marzo 2021, è legittima e non prescritta.

Gli interessati potranno pagare entro agosto 2021 senza ulteriori sanzioni ed interessi.

 

Aggiornamento del 27.04.2021