Di che si tratta - Il Piano regionale degli interventi in favore della famiglia - anno 2015, redatto ai sensi della L.R. 2 maggio 1995, n. 95, definisce la destinazione delle risorse di cui alle LL.RR. Legge Regionale del 08/01/2015, n. 2 e n. 3 è pari a € 450.000,00, e mira al sostegno ed alla promozione della genitorialità, al miglioramento della qualità della vita delle famiglie e delle donne, al sostegno psicologico e socio-assistenziale delle famiglie, gruppi o categorie di esse che versino in particolari difficoltà o per le quali si evidenzi rischio di marginalità sociale.

 

Contributo - L’importo totale del contributo è suddiviso in tre sezioni così ripartite:
1.  Per la Sezione A possono presentare istanza di partecipazione gli Enti degli Ambiti Territoriali Sociali determinati dalla Regione Abruzzo ai sensi della L. 328/2000. Le risorse finanziarie per la presente Sezione ammontano a € 250.000,00.
2.  Per la Sezione B sono possono presentare istanza di partecipazione i Consultori familiari pubblici e privati come individuati dalla Legge n. 405 del 29 Luglio 1975. Le risorse finanziarie per la presente Sezione ammontano a € 100.000,00.
3.  Per la Sezione C possono presentare istanza di partecipazione le Associazioni di famiglie e le Associazioni per la famiglia iscritte al Registro del Volontariato, di cui alla L.R. 12.08.1993, n. 37.  Le risorse finanziarie per la presente Sezione ammontano a € 100.000,00.
Il contributo regionale è assegnato nella misura del 70% del costo totale del progetto e fino alla concorrenza della disponibilità finanziaria prevista per ogni singola sezione.

Modalità e termini per la presentazione delle istanze - Le istanze progettuali per tutte le Sezioni di intervento devono essere redatte, a pena di esclusione, utilizzando la “Scheda di Progetto” Allegato B, disponibile in formato MS Word sul sito www.osr.regione.abruzzo.it  e devono essere inoltrate, a pena di esclusione, a mezzo Raccomandata AR a: Regione Abruzzo, Dipartimento per la Salute e il Welfare Servizio “Politiche per il benessere sociale” Via Conte di Ruvo, 74 cap. 65100 – Pescara.
L’istanza deve essere trasmessa, a pena di esclusione, entro e non oltre il 45° giorno dalla data di pubblicazione della Deliberazione del Consiglio Regionale sul B.U.R.A.T ( Ordinario n.49 del 30.12.2015).
Sul plico deve essere riportata l’indicazione dettagliata del mittente (compreso indirizzo, telefono, e-mail) e, a pena di esclusione, la seguente dicitura: “Piano regionale di interventi in favore della famiglia 2015”.