Di cosa si tratta - Il Servizio Tutela Sociale - Famiglia della Regione Abruzzo ha emanato un avviso per favorire il più possibile la permanenza nel proprio domicilio dei minori affetti da una malattia rara che determini una disabilità gravissima, per la quale è necessaria un’assistenza domiciliare continua nelle 24 ore. Attraverso questo avviso viene riconosciuto alle famiglie che ne fanno richiesta, in possesso di specifici requisiti e impegnate in maniera continuativa nelle attività di cura del minore, un contributo massimo di 10.000 euro, compatibile con altri benefici e/o servizi di cui si usufruisce, tranne che  con l’Assegno disabilità gravissima erogato con le risorse del Fondo nazionale Non Autosufficienza e con gli interventi a favore dei caregiver familiari approvati con DGR n. 589 del 20/09/2021, i cui benefici non potranno essere percepiti durante l’anno 2022 .

I contributi a favore dei soggetti beneficiari sono erogati per il 70% di quanto assegnato successivamente all'approvazione della graduatoria, mentre il restante 30% sarà liquidato a saldo del contributo, in seguito della presentazione di una relazione semestrale trasmessa al Servizio regionale competente, da parte del Servizio Sociale dell’Ambito Distrettuale Sociale che ha in carico il minore.

 

Destinatari - Possono presentare istanza di accesso al contributo economico i genitori conviventi dei minori assistiti, inoccupati o disoccupati, residenti nella Regione Abruzzo, nel cui nucleo familiare sono presenti figli minori affetti da malattie rare, (come elencate nell’allegato 7 al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 12 gennaio 2017 e. s. m. ed i.) croniche, gravi e invalidanti che comportano una disabilità gravissima, che richiede cure tempestive, intensive e continue nelle 24 ore da parte dei familiari. La disabilità gravissima del minore con malattia rara deve essere certificata dal Pediatra di libera scelta o dal Medico convenzionato per l’assistenza primaria che lo ha in cura secondo quanto definito nell'art. 2 dell'avviso.

 

Modalità di partecipazione - L’istanza di accesso ai benefici previsti dal presente provvedimento deve essere formulata dal genitore convivente del minore assistito, disoccupato o inoccupato, utilizzando lo Sportello Digitale della Regione Abruzzo, raggiungibile all’indirizzo https://sportello.regione.abruzzo.it, accedendo tramite identità digitale SPID (www.spid.gov.it/richiedi-spid) a partire dalle ore 8:00 del 18 novembre 2021. La domanda di contributo sarà generata direttamente dal sistema digitale seguendo attentamente le istruzioni ivi pubblicate secondo quanto indicato nell'art. 3 dell'avviso, che riporta l'elenco dei documenti che dovranno essere caricati sullo sportello all'atto della domanda.

 

Scadenza - Le domande dovranno essere caricate sulla piattaforma entro le ore 24:00 del 17 dicembre 2021.

 

Informazioni - Il Responsabile del procedimento è il Dirigente del Servizio “Tutela Sociale - Famiglia” Dott. Tobia Monaco, mentre informazioni non reperibili da un'attenta lettura dell'avviso, possono essere richieste, oltre che attraverso lo Sportello Digitale, a:

Cristina Di Baldassarre, e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

Antonino Di Tollo, e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

 

Documentazione: